Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

1755-1785

Ajaccio, cattedrale di N˘tre-Dame de l'Assomption, la facciata prima dei restauri
Ajaccio, cattedrale di N˘tre-Dame de l'Assomption, la facciata prima dei restauri

Napoleone Bonaparte nasce ad Ajaccio il 15 agosto del 1769: in quello stesso anni si conclude la breve parentesi di indipendenza della Corsica, “liberata” nel 1755 dal dominio genovese ad opera di Pasquale Paoli. U babbu di a Patria, come viene ricordato Paoli in lingua corsa, aveva dotato lo stato isolano di una costituzione democratica e moderna, oltre ad aver fondato un’università a Corte. Nel 1769 l’esperienza finì con la Battaglia di Ponte Nuovo, svoltasi dall’8 al 9 maggio 1769 e vinta dalle truppe francesi: alla battaglia partecipò, a fianco di Pasquale Paoli, anche Carlo Maria Bonaparte, padre di Napoleone. Poco più di un mese dopo e due mesi prima della nascita del futuro imperatore, Pasquale Paoli si rifugiò in Gran Bretagna.
La Corsica divenne così francese, in un’epoca in cui lo scenario politico internazionale era destinato a complicarsi inesorabilmente: tra il 1775 e 1783 le tredici colonie britanniche nordamericane si ribellarono alla loro madrepatria, appoggiate fra gli altri proprio dalla Francia. Sui semi piantati dall’Illuminismo, molti stati europei si avviarono d’altro canto ad applicare processi più o meno marcati di rifoma interna: è il caso del Granducato di Toscana, profondamente modernizzata durante il regno di Pietro Leopoldo di Lorena.

1765. Pietro Leopoldo di Lorena succede al padre alla guida del Granducato di Toscana.
Migliorano i rapporti tra il Granducato e la piccola Repubblica di Lucca, da sempre indipendente.

1769. Si conclude l’esperienza di stato autonomo della Corsica, che passa sotto il dominio francese. Nello stesso anno, ad Ajaccio nasce Napoleone Bonaparte.

1785. Muore Carlo Maria Bonaparte, padre di Napoleone.